x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.I consento

Articolo

Redazione normativa Reteambiente

Bando plastica monouso, Francia avanti su recepimento direttiva 2019/904/Ue

Mentre in Italia non è ancora partito il recepimento della direttiva 2019/904/Ue sulla plastica monouso la Francia ha notificato alla Ue le regole applicative per il bando di alcuni prodotti, lo status quo scade il 21/10/2019.

Il decreto francese — notificato alla Ue come prevede la direttiva 2015/1535/Ue che impone di notificare preventivamente alla Commissione le “regole tecniche” che possono provocare alterazione della concorrenza e del mercato — reca le disposizioni attuative della norma del Codice dell’ambiente francese che vieta dal 1° gennaio 2020, in parte in anticipo rispetto alla direttiva sulla plastica monouso 2019/904/Ue, la circolazione di determinati prodotti di plastica.

Infatti già nel 2018 la Francia con la legge 30 ottobre 2018 n. 2018-398 aveva modificato il Codice ambientale francese inserendo le disposizioni sul bando dal 1 ° gennaio 2020 di una serie di prodotti di plastica monouso (tra cui tazze, bicchieri, piatti, cannucce, posate, stuzzicadenti). Analogo divieto per i bastoncini nettaorecchie, mentre entro il 1° gennaio 2025 è sospeso l’uso di contenitori per alimenti per la cottura, il riscaldamento e il servizio di plastica nei servizi di ristorazione collettiva di scuole, università. In Francia inoltre dal 1° gennaio 2018 è già scattato il divieto per le microplastiche nei cosmetici, divieto che in Italia scatterà dal 1° gennaio 2020 (articolo 1, commi 546-548, legge 205/2017)


Documenti di riferimento:

Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2019/904/Ue

Direttiva sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente – Riduzione della plastica monouso

SPECIALE Economia Circolare

A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO 

© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di Edizioni Ambiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 


— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Economia circolare e tutela ambientale, l’antici

Autore: Paola Ficco, “Avvocato - Giurista ambientale e Direttore della Rivista RIFIUTI

Alleanza circolare per la plastica, impegni impres

Autore: Redazione normativa Reteambiente

icon circularity