x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.OK

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.OK

Be Circular
Be circular

Articolo

Redazione Rete Ambiente

Marche, da 23/8/2019 scatta legge "Plastic free"

Il 23 agosto 2019 entra in vigore la legge della Regione Marche che, "in attuazione dei principi" della direttiva 2019/904/Ue, vieta l'utilizzo di alcuni prodotti in plastica al fine di ridurre le quantità di rifiuti derivanti dagli stessi.

share circularity

La Lr Marche 1 agosto 2019, n. 27 (“Norme per la riduzione dei rifiuti derivanti dai prodotti realizzati in plastica“), in particolare, vieta a Regione/Province/Comuni (e soggetti partecipati), strutture sanitarie e istituti di educazione l’utilizzo di nove categorie di prodotti di plastica monouso (bastoncini cotonati, cannucce, posate, contenitori per alimenti e tazze per bevande in polistirene espanso, ecc..), concedendo tempo fino al 31 marzo 2020 per utilizzare le scorte. Le modalità attuative dell’operazione dovranno essere definite entro il 21 novembre 2019. A regime, le infrazioni saranno punite con sanzioni amministrative pecuniarie fino a 1.500 euro.

Il divieto vale anche per gli organizzatori di eventi patrocinati dalla Regione, per tutti coloro che svolgono “attività economiche” nelle aree demaniali marittime nonché, in generale, per chiunque si trovi “nelle spiagge del litorale marchigiano (sanzione massima: 300 euro).

Per altri prodotti di plastica monouso (tazze e contenitori per alimenti monouso in plastica differente dal polistirene espanso), la Lr 27/2019 prevede, invece, l’introduzione di misure finalizzate alla riduzione del consumo, come quelle tese a promuovere la ricerca di prodotti “sostitutivi” biodegradabili e compostabili.

Documenti di riferimento

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2019/904/Ue
Lr Marche 1 agosto 2019, n. 27


— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Reverse Resources: con i dati si recuperano i tess

Autore: Materia Rinnovabile n. 28

"Vivere a spreco zero", al via candidature per pre

Autore: Redazione Rete Ambiente

icon circularity