x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.OK

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.OK

Be circular

Articolo

Redazione Rete Ambiente

Conai, dal 1/1/2020 aumenti contributo ambientale per carta, legno e plastica

Il Consiglio di amministrazione del Consorzio nazionale imballaggi (Conai) ha deciso l'aumento del contributo ambientale per gli imballaggi in carta, legno e plastica dal 1° gennaio 2020.

share circularity

Il contributo per gli imballaggi in carta passerà da 20 a 35 euro/tonnellata. Invariato il contributo aggiuntivo di 20 euro/tonnellata per i poliaccoppiati a prevalenza carta idonei al contenimento di liquidi, per i quali il contributo ambientale sarà quindi di 55 euro/tonnellata. Il contributo per gli imballaggi in legno aumenterà da 7 a 9 euro/tonnellata.

Per quanto riguarda invece il contributo ambientale per la plastica sono confermate le quattro diverse fasce contributive valide dal 1° gennaio 2019. Invariato il contributo ambientale per la fascia A (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito commercio & industria) fermo a 150 euro/tonnellata, nonché quello per la fascia B1 (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito domestico) che rimane di 208 euro/tonnellata. La fascia B2 (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo in fase di consolidamento e sviluppo, sia da circuito domestico sia da commercio & industria) pagherà un contributo ambientale sarà di 436 euro/tonnellata. Infine la fascia C (imballaggi non selezionabili o riciclabili allo stato delle tecnologie attuali) vedrà il contributo passare da 369 a 546 euro/tonnellata.

Documenti di riferimento

La gestione dei rifiuti di imballaggio nel Codice ambientale (Dlgs 152/2006)

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152


— ti potrebbe interessare anche
right circularity

End of waste, ok del Senato a clausola di salvezza

Autore: Redazione Rete Ambiente

Urban mining: il mercato miliardario di rifiuti el

Autore: Materia Rinnovabile n°27

icon circularity