Articolo

Francesco Petrucci

Opera raccolta acque, su edificio limitrofo decide Tribunale speciale

La controversia sul'autorizzazione edilizia di un edificio vicino ad un'opera destinata alla raccolta delle acque urbane, incidendo sul regime delle acque è di competenza del Tribunale acque pubbliche.

Un principio ribadito dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione nella ordinanza 22 aprile 2022, n. 12962 che ha confermato la Giurisdizione del Tribunale superiore delle acque pubbliche ai sensi del'articolo 143, comma 1, lettera a) del Rd 1775/1993 in relazione all'accertamento dell'illegittimità dell'annullamento di ufficio di un permesso a costruire in sanatoria di un fabbricato vicino ad un'opera destinata alla raccolta delle acque urbane per 'incidenza del fabbricato in parola sul regime delle acque pubbliche.

Nel caso di specie ricorre la Giurisdizione del Tribunale speciale in materia di acque pubbliche perché il provvedimento impugnato incide direttamente sulle modalità di utilizzo del'acqua




— ti potrebbe interessare anche
right circularity

La "Next generation Eu" e la perdita del senso del

Autore: Paola Ficco, Avvocato - Giurista ambientale e Direttore della Rivista Rifiuti

Trasporto transfrontaliero rifiuti, chiarimenti su

Autore: Alessandro Geremei

icon circularity

Per leggere gli articoli completi è necessario essere registrati

Registrati