Articolo

Francesco Petrucci

Ampliamento scarico, legittimo limite per acque meteoriche

Anche in caso di modifica non sostanziale di uno scarico già autorizzato, è legittimo per il gestore del servizio idrico imporre limiti al conferimento di acque meteoriche in fognatura a tutela del corpo recettore.

Ad affermarlo il Tar Veneto nella sentenza 31 gennaio 2022, n. 193 in relazione ad una autorizzazione unica ambientale (Aua) ex Dpr 59/2013 rinnovata a una azienda in seguito a una modifica non sostanziale derivante da un ampliamento dell’impianto. Nell’Aua rilasciata che confermava il provvedimento precedente, a causa del parere del gestore del servizio idrico, era rimasto invariato il quantitativo di acque meteoriche di dilavamento da conferire in fognatura nonostante l’aumento della superficie impermeabilizzata nel sito avesse determinato un incremento del volume complessivo delle acque meteoriche di dilavamento.

Di fronte alle contestazioni dell’azienda i Giudici hanno ricordato che in merito all’autorizzazione allo scarico ex articolo 124, Dlgs 152/2006 relativamente agli interventi di ampliamento di stabilimenti già autorizzati, anche nel caso di modifiche non sostanziali è possibile per l’Autorità competente imporre limitazioni quantitative o altre prescrizioni a tutela dell’integrità del corpo idrico recettore e della rete fognaria, non potendosi configurare in capo ai responsabili di insediamenti industriali un “diritto” incondizionato al maggiore scarico in fognatura.

Documenti di riferimento

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale – Stralcio – Parte III – Norme in materia di difesa del suolo e lotta alla desertificazione, di tutela delle acque dall’inquinamento e di gestione delle risorse idriche

Dpr 13 marzo 2013, n. 59
Disciplina dell’autorizzazione unica ambientale (Aua)

Sentenza Tar Veneto 31 gennaio 2022, n. 193
Acque – Scarichi – Acque reflue industriali (N.d.R.: articolo 74, comma 1, lettera h) – Autorizzazione allo scarico – Articolo 124, Dlgs 152/2006 – Modifica non sostanziale ad impianto e rinnovo autorizzazione unica ambientale ex articolo 5, Dpr 59/2013 – Incremento del volume delle acque meteoriche di dilavamento – Imposizione da parte del gestore del servizio idrico di un limite alle acque meteoriche da conferire in fognatura – Legittimità – Sussistenza

Speciali
SPECIALE Aua (Autorizzazione unica ambientale)

A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

Adempimenti Acque – Scarichi – Autorizzazione unica ambientale
Lo strumento dell’Osservatorio di Reteambiente che guida all’applicazione della normativa

Adempimenti Acque – Scarichi – Acque di dilavamento
Lo strumento dell’Osservatorio di Reteambiente che guida all’applicazione della normativa

DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo.


— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Bonus acqua potabile, domande entro il 28 febbraio

Autore: Maria Letizia Signorini

Iscrizione Albo gestori ambientali, più tempo per

Autore: Francesco Petrucci

icon circularity