x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.I consento

Articolo

Paola Ficco, “Avvocato - Giurista ambientale e Direttore della Rivista RIFIUTI

Economia circolare e nuovo “Codice ambientale”: la responsabilità estesa del produttore è il vero protagonista della riforma

November, 2020

Tanto tuonò che piovve. E l’economia circolare ha la sua cifra legislativa anche in Italia. Il relativo “pacchetto” ideato e reso concreto da Bruxelles per agevolare la transizione verso un’economia più circolare e forte è ora una realtà legislativa anche nazionale.
L’economia, però, diventa circolare e forte quando razionalizza il ciclo produttivo, quando è capace di innovazione spinta e quando recupera gli scarti. E questo non può avvenire solo “per legge”, perché è assolutamente necessario l’intimo convincimento degli attori sociali: imprese, cittadini e Pubblica amministrazione.
Secondo stime (pre Covid) della Commissione Ue, nel 2025




— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Recupero: l’eterno problema di quante volte può

Autore: Paola Ficco, “Avvocato - Giurista ambientale e Direttore della Rivista RIFIUTI

Se è solo il 5% dei rifiuti plastici urbani ad es

Autore: Circularity

icon circularity

Per leggere gli articoli completi è necessario essere registrati

Registrati