Articolo

Circularity

Green jobs: buoni per te, buoni per l'ambiente e buoni per l'economia

I green jobs sono lavori direttamente finalizzati alla protezione dell'ambiente o che cercano di ridurre l'impatto ambientale della nostra economia

La transizione verso un’economia decarbonizzata non è solo essenziale per frenare il cambiamento climatico, ma è anche un motore di crescita economica con il potenziale di creare milioni di green jobs, o lavori di lavoro verdi. Stiamo parlando di lavori direttamente finalizzati alla protezione dell’ambiente o di quelli che cercano di ridurre l’impatto che la nostra economia ha sull’ambiente.

Secondo l’Emissions Gap Report 2021 dell’ONU, le emissioni globali di gas serra dovrebbero diminuire del 7,6% all’anno tra il 2020 e il 2030 per raggiungere l’obiettivo dell’Accordo di Parigi di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C – o del 2,7% all’anno per limitarlo a 2°C. Anche se tutti gli impegni dell’accordo venissero attuati, continua il rapporto, le temperature aumenterebbero di 3,2°C entro la fine del secolo, il che a sua volta aumenterà la frequenza e l’intensità dei disastrosi impatti climatici che hanno scosso il pianeta negli ultimi anni. 

In questo contesto, il mondo deve accelerare la transizione verso un’economia decarbonizzata e rispettosa dell’ambiente. Una transizione che non solo ha il potenziale di frenare il cambiamento climatico, ma anche di diventare un vero motore di crescita, creando numerosi green jobs in molteplici settori. Il fenomeno è già in negli ultimi anni, sia nei paesi ricchi che nelle economie emergenti. 

Anche l’economia circolare, che mira a riutilizzare, riparare o riciclare aumentando la produzione e il consumo sostenibile, sarà una fonte di posti di lavoro verdi. La circolarità ci permetterà di risparmiare energia e a prevenire danni irreversibili al clima e alla biodiversità, agendo sull’inquinamento dell’aria, del suolo e dell’acqua causato dall’uso delle risorse a un ritmo che supera la capacità della Terra di rinnovarle. 

Cosa sono i green jobs e come influiscono sull’economia?  

Il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) definisce i lavori verdi come “lavori in agricoltura, produzione, ricerca e sviluppo, amministrazione e attività di servizio che contribuiscono sostanzialmente a preservare o ripristinare la qualità ambientale“. In altre parole, i lavori ambientali sono quelli che sono destinati a proteggere e promuovere l’ambiente, o quelli che considerano in ogni momento il loro impatto sulla salute del pianeta e cercano di minimizzarlo. Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), questi lavori permettono di: 

  • Aumentare l’efficienza del consumo di energia e di materie prime. 
  • Limitare le emissioni di gas serra
  • Ridurre al minimo i rifiuti e l’inquinamento. 
  • Proteggere e ripristinare gli ecosistemi. 
  • Contribuire all’adattamento al cambiamento climatico. 

 

Un altro vantaggio di questi lavori verdi è il loro effetto sull’economia globale. L’ILO ha già avvertito che, se non cambia nulla, la futura crescita dell’occupazione non sarà sufficiente a soddisfare l’aumento della forza lavoro nei paesi emergenti e in via di sviluppo. Tuttavia, “i cambiamenti nella produzione e nell’uso dell’energia per raggiungere l’obiettivo dei 2°C possono portare alla creazione di circa 18 milioni di posti di lavoro nell’economia globale“, spiega l’agenzia nel suo Employment and Social Outlook 2018. Questi cambiamenti, volti a raggiungere l’accordo di Parigi e a generare green jobs, includerebbero un maggiore uso di fonti di energia rinnovabili, la crescita dei veicoli elettrici e dei lavori nell’edilizia per raggiungere una maggiore efficienza energetica negli edifici. 

I settori in crescita che offrono più lavori verdi

Come conseguenza della decarbonizzazione dell’economia e dello sviluppo dell’economia circolare, nuove professioni emergeranno, mentre altre si adatteranno alla nuova realtà verde. Secondo gli esperti, questi sono i settori con il maggior potenziale di creazione di green jobs: 

  • Energia 

Secondo l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), oggi sono 12 milioni le persone impiegate nelle energie rinnovabili, contro le 11 milioni del 2018. Il 38% dei lavori si trova in Cina e 3.8 milioni sono nel settore del fotovoltaico.

  • Agricoltura 

Secondo l’Istituto di ricerca sull’agricoltura biologica (FiBL), il mercato dell’agricoltura biologica continua a crescere in tutto il mondo, in molti casi, a due cifre. Negli Stati Uniti, il più grande mercato del mondo, le vendite di alimenti biologici sono aumentate del 6,4% nel 2017 raggiungendo 43,7 miliardi di euro. L’Europa, nel frattempo, ha visto una crescita del 10,5%, pari a 37,3 miliardi di euro. 

  • Design 

Le politiche europee richiedono tassi di riciclaggio sempre più alti e stabiliscono criteri di ecodesign sempre più rigorosi. Questo, insieme alla consapevolezza ambientale di molti consumatori, ha reso l’eco-design – dagli imballaggi agli involucri edilizi a una varietà di prodotti – una fonte di occupazione in forte espansione. 

  •  Turismo

In una società sempre più preoccupata per la salute del pianeta, l’eco-turismo – o ecoturismo – è una tendenza crescente. Questo settore crea posti di lavoro legati ad attività come la progettazione di esperienze di avventura, lo sviluppo di percorsi di alta montagna o la conoscenza di aree protette, così come la rivitalizzazione di aree rurali, come gli ecovillaggi, che rischiano di scomparire. 

  • Trasporto 

Questo settore è responsabile di più del 30% delle emissioni di CO2 nell’Unione Europea (UE), il 72% delle quali proviene dal trasporto su strada. Molti paesi hanno già preso provvedimenti per ridurre drasticamente le emissioni dei trasporti – l’UE del 60% dai livelli del 1990 entro il 2050 – aprendo opportunità di lavoro nei settori dei veicoli elettrici, del trasporto pubblico e del trasporto ferroviario elettrificato. 

GREEN JOBS
I tipi di lavori verdi sul mercato. Fonte: CNAI Coordinamento Nazionale Associazioni Imprenditori

Che tipo di formazione è necessaria?

A causa della vasta gamma di lavori verdi disponibili oggi, non esiste un unico profilo educativo per i cosiddetti colletti verdi. Con l’eccezione di lauree specializzate, corsi o studi post-laurea in ecologia, la formazione verde richiesta per un determinato lavoro consiste nella specializzazione ambientale all’interno di un settore

Se una persona lavora nel design del packaging, per esempio, dovrà essere competente in materiali ecologici. Allo stesso modo, un avvocato interessato alla conservazione della natura dovrà specializzarsi in diritto ambientale, mentre un ingegnere che vuole lavorare nel settore energetico dovrà specializzarsi in tutto ciò che riguarda le energie rinnovabili, l’efficienza energetica o la decarbonizzazione dell’economia. 


— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Acquacoltura sostenibile a base di farina d’inse

Autore: Circularity

Bioeconomia circolare, come la natura può aiutarc

Autore: Circularity

icon circularity