x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.I consento

Articolo

Circularity

L'industria tessile europea presenta la sua strategia circolare per il futuro

Euratex presenta 5 iniziative per la ripartenza del settore tessile europeo in ottica di sostenibilità e economia circolare.

July, 2020

Il settore della moda produce ogni anno tonnellate di rifiuti che finiscono in discarica che potrebbero invece essere inseriti all'interno di un nuovo ciclo produttivo. L’ultimo rapporto ISPRA sui rifiuti speciali, stima che il 37,4% dei rifiuti non pericolosi del manifatturiero provenga da tessile, abbigliamento e industria conciaria.

Questo accade a causa del sempre più diffuso e praticato sistema del "fast fashion" che si sposa con l’assunzione di un modello di economia lineare classico: take-make-use-dispose. Oggi l'industria del tessile si pone l'obiettivo di superare la crisi dell’attuale modello produttivo, sfruttando le potenzialità legate al riciclo ed al riuso dei materiali e alla ricerca di soluzioni tecnologiche che prolunghino la vita dei prodotti, trasformando quelli percepiti come scarti, in nuove materie prime.

— ti potrebbe interessare anche
right circularity

Acciaio: l'Italia supera l'obiettivo europeo per i

Autore: Emanuele Bompan, direttore della rivista Materia Rinnovabile

End of Waste, da 5/8/2020 nuove regole per pneumat

Autore: Alessandro Geremei, ReteAmbiente

icon circularity

Per leggere gli articoli completi è necessario essere registrati

Registrati