x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.OK

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.OK

Be Circular
Be circular
« Back

Formulari, registri, nuovo Mud e post Sistri

Durata (9:30 - 17:30)

Perché partecipare?
La corretta tenuta delle scritture ambientali è un elemento fondamentale della preparazione e qualificazione di tutti i soggetti che hanno a che fare con la gestione dei rifiuti. Da quasi vent’anni il sistema continua a fare riferimento a tre modelli di documentazione che tracciano l’intero percorso del rifiuto, dalla produzione iniziale fino al recupero o allo smaltimento finale: i Registri di carico e scarico, il Formulario di identificazione per il trasporto e il Modello unico di dichiarazione (Mud) di cui al nuovo Dpcm 24 dicembre 2018.
Inoltre, a partire dal 2009, a queste scritture è stato affiancato il SISTRI. Il Sistema di tracciamento telematico dei rifiuti che, dopo molte false partenze, è stato definitivamente abrogato a decorrere dal 1 gennaio 2019.
Con la transizione verso il Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti, individuato dal Dl 135/2018, convertito con modifiche, occorre individuare in dettaglio gli enti e le imprese obbligati ad aderire a tale procedura di rilevazione dei rifiuti prodotti, trasportati, intermediati, commercializzati e trattati.
Lo scenario resta, in ogni caso, delicato con riferimento anche a obblighi, esatte modalità operative di tenuta delle scritture ambientali, sanzioni, esenzioni, possibile rimborso di quanto versato, fino ai casi particolari come i centri di raccolta, il trasbordo o lo spurgo di pozzi neri.

immagini corsi
Data 6 Febbraio 2020 (Roma) // 18 Marzo 2020 (Milano) Luogo Centro Congressi Frentani, Via dei Frentani 4, Roma - Hotel Michelangelo, Piazza Luigi di Savoia, 6, Milano
Ora 9:30 am

Coordinamento scientifico: Paola Ficco
Relatore: Daniele Bagon (Segretario Albo nazionale gestori ambientali – Sezione regionale Liguria)



DESTINATARI:
Chi deve conoscere come funziona la tracciabilità in Italia?
Tutti coloro che producono rifiuti e coloro che si occupano di gestirli, tanto nella Pubblica Amministrazione che nelle aziende private: responsabili tecnici, operatori del Diritto, ingegneri, geologi, chimici, consulenti. E giovani laureati interessati ai meccanismi della economia circolare.
Tutte le norme a cui fa riferimento il seminario sono reperibili in: www.reteambiente.it aggiornate alle ultime modifiche ed integrazioni nel servizio: “Osservatorio di normativa ambientale”

Programma

9:30 - IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO

  • I soggetti obbligati alla tenuta dei registri di carico/ scarico rifiuti;
  • Le esenzioni;
  • Modalità di compilazione, gli errori, le correzioni;
  • Verso il registro elettronico, i soggetti obbligati, analisi delle bozze dei nuovi modelli;


11:00 Pausa caffè


11:15 IL FORMULARIO PER Il TRASPORTO

  • Il formulario di identificazione rifiuti, i soggetti obbligati;
  • Le esenzioni, i casi particolari (spurgo pozzi neri, centri di raccolta, trasbordo ... ecc.);
  • La corretta compilazione, l’accettazione, il respingimento (totale o parziale), gli errori più frequentemente commessi;
  • Verso il formulario elettronico. i soggetti obbligati, analisi delle bozze dei nuovi modelli;


13:00 Colazione di lavoro


13:45 I RAEE: LA TRACCIABILITÀ DEDICATA (DOCUMENTO DI TRASPORTO, SCHEDARIO) - IL NUOVO MUD DI CUI AL DPCM 24 DICEMBRE 2018

  • I soggetti obbligati;
  • Le esenzioni;
  • Cenni sulle modalità di compilazione;


IL SISTRI

  • Prospettive per il rimborso di quanto pagato;


17:30 Fine dei lavori

Quota di adesione euro 330,00 + iva, tot euro 402,60

Le quote comprendono: colazione di lavoro, materiale di supporto, attestato di partecipazione.


SCONTI:
E' previsto lo sconto del 20% per - iscrizioni multiple (più operatori della stessa struttura) E' previsto lo sconto del 10% per - abbonati alla rivista “Rifiuti – Bollettino di informazione normativa” - abbonati al servizio “Rifiuti on-line” - abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”

Registrati al corso