x

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.OK

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali e fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy.Dichiari di accettare l'utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa o continuando a navigare in altro modo.OK



« Back

Il labirinto delle autorizzazioni

Durata (10:00 - 12:00)

Perché partecipare?
In materia di autorizzazioni al trattamento dei rifiuti si è ormai di fronte ad una vera e propria giungla normativa: autorizzazioni uniche, procedure semplificate, rinnovi “autocertificati”, autorizzazioni integrate ambientali, autorizzazioni uniche ambientali, valutazioni di impatto ambientale.
Dal giugno 2017, al lungo elenco si è aggiunto il recepimento della nuova direttiva VIA, che ha anche introdotto nel nostro ordinamento il provvedimento autorizzatorio unico regionale: in apparenza uno straordinario strumento di semplificazione, che tuttavia nasconde molteplici insidie. Il rischio di sbagliare è alto e le conseguenze per chi viene considerato “abusivo” sono sempre più pesanti.

Il seminario intende:
• chiarire l’ambito di applicazione di ogni procedura (sia per i nuovi impianti che per le modifiche di quelli esistenti);
• approfondire le procedure introdotte dal Dlgs di recepimento della direttiva VIA e le problematiche che ne derivano;
• dare risposta alle criticità relative ai controlli e alle sanzioni (a chi competono gli accertamenti in materia di Via? Che rapporti esistono tra le sanzioni sulla Via e quelle sull’Aia? Quali strategie difensive possono essere messe in campo?);
• affrontare le questioni di stretta attualità, come l’incidenza sulle autorizzazioni in essere della riforma dell’End of Waste nonché l’applicabilità della normativa Seveso agli impianti di trattamento rifiuti.

immagini corsi
Data 8 Giugno 2020 Luogo WEBINAR ONLINE
Ora 10:00 am

Coordinamento scientifico: Paola Ficco
Relatore: Leonardo Filippucci
(Avvocato in Macerata)


DESTINATARI:
Il Seminario è destinato a: Gestori di impianti; Consulenti ambientali; Pubbliche Amministrazioni; Organi di controllo in particolare Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell'Ambiente.

WEBINAR LIVE

Introduzione

  • Il problema delle “tante” autorizzazioni “uniche”: vera semplificazione?
  • Il rischio d’impresa correlato all’autorizzazione al trattamento


L’ambito di applicazione e i tratti distintivi delle singole autorizzazioni

  • Autorizzazione unica (art. 208, Dlgs 152/06)
  • Rinnovo “autocertificato” (art. 209, Dlgs 152/06)
  • Procedure semplificate: problematiche vecchie e nuove
  • Aua: il problema dei complessi Ippc gestiti da Pmi
  • Aia: le novità introdotte dal Dlgs 46/2014
  • I concetti di “variante sostanziale” e “modifica sostanziale”
  • Trattamento rifiuti e normativa SevesoIl problema delle “tante” autorizzazioni “uniche”: vera semplificazione?


Le autorizzazioni al recupero dopo la riforma sull’End of Waste


Alla chiusura di ogni argomento sarà possibile porre dei quesiti che verranno selezionati dal relatore.



APPROFONDIMENTI VIDEO

Disponibili ai partecipanti nell’area riservata del sito edapro.it dal 8 giugno al 22 giugno 2020


La procedura di Via: introduzione

    • La finalità della Via
    • Il campo di applicazione della Via con specifico riferimento agli impianti di trattamento
    • Le modifiche impiantistiche e la procedura di pre-screening


Il procedimento di Via e il provvedimento autorizzatorio unico regionale

    • La presentazione della domanda e degli elaborati progettuali
    • Le consultazioni
    • Le valutazioni e la conferenza di servizi
    • Il provvedimento finale e la sua pubblicazione
    • Il monitoraggio


Il procedimento di verifica di assoggettabilità a Via

    • Lo studio preliminare ambientale e l’avvio della procedura
    • L’istruttoria
    • L’esito della procedura
    • La pubblicazione del provvedimento di verifica


Controlli e sanzioni

    • Organi competenti e poteri di accertamento
    • Le nuove sanzioni in materia di Via
    • La scelta della sanzione applicabile tra Via, Aia e parte quarta del “Codice ambientale”
    • Condotta abusiva ed eco-delitti
    • La Via “postuma” e i rimedi all’inosservanza delle condizioni ambientali

Per ulteriori quesiti che derivano dallo studio dei materiali, i partecipanti potranno porre le loro domande (non più di una ciascuno) entro il 15 giugno e riceveranno le risposte attraverso un video registrato nell'area riservata del sito www.formazione.edapro.it

Quota di adesione:
euro 240,00 + IVA, totale euro 292,80
La quota comprende: materiale di supporto, attestato di partecipazione


SCONTI:
è previsto uno sconto per (euro 216,00 + iva)
- abbonati alla rivista “Rifiuti - Bollettino di informazione normativa”
- abbonati al servizio “Rifiuti on-line”
- abbonati al servizio “Osservatorio di normativa ambientale”
- è previsto uno sconto per iscrizioni multiple(euro 216,00 + iva cad.)

Chiusura delle iscrizioni: Domenica 7 Giugno 2020
dopo tale data l'iscrizione è possibile solo previo contatto telefonico con la Segreteria 0245487380 (numero diretto)

MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
La quota di adesione deve essere versata all’atto dell’iscrizione.
L’iscrizione può essere effettuata anche:
prendendo contatti telefonici - linea diretta 02 45487380
inviando una e-mail: segreteria.formazione@edapro.it

Il Seminario sarà confermato solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

DISDETTA:
Il diritto di recesso potrà essere esercitato fino a 7 giorni lavorativi (sabato compreso) prima della data del seminario e darà diritto al rimborso completo della quota di adesione. Oltre tale limite, e fino al giorno precedente il seminario, il partecipante potrà recedere riconoscendo a EdaPro un corrispettivo del 25% della quota di adesione. Dopo tale data, qualunque ulteriore rinuncia non darà diritto ad alcun rimborso.

Il recesso dovrà essere comunicato via e-mail alla Segreteria Organizzativa segreteria.formazione@edapro.it

È invece possibile sostituire in qualsiasi momento il partecipante al seminario, previa comunicazione del nuovo nominativo alla segreteria organizzativa.