News

Agg. Norm 7 Settembre 2019

di Redazione Rete Ambiente

Data 27/09/2019
Tipo Aggiornamento normativo

Il contributo per gli imballaggi in carta passerà da 20 a 35 euro/tonnellata. Invariato il contributo aggiuntivo di 20 euro/tonnellata per i poliaccoppiati a prevalenza carta idonei al contenimento di liquidi, per i quali il contributo ambientale sarà quindi di 55 euro/tonnellata. Il contributo per gli imballaggi in legno aumenterà da 7 a 9 euro/tonnellata.

Per quanto riguarda invece il contributo ambientale per la plastica sono confermate le quattro diverse fasce contributive valide dal 1° gennaio 2019. Invariato il contributo ambientale per la fascia A (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito commercio & industria) fermo a 150 euro/tonnellata, nonché quello per la fascia B1 (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito domestico) che rimane di 208 euro/tonnellata. La fascia B2 (imballaggi con una filiera di selezione e riciclo in fase di consolidamento e sviluppo, sia da circuito domestico sia da commercio & industria) pagherà un contributo ambientale sarà di 436 euro/tonnellata. Infine la fascia C (imballaggi non selezionabili o riciclabili allo stato delle tecnologie attuali) vedrà il contributo passare da 369 a 546 euro/tonnellata.

Documenti di riferimento

La gestione dei rifiuti di imballaggio nel Codice ambientale (Dlgs 152/2006)

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Acque reflue urbane, intesa Ue su revisone disciplina

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta di direttiva che estende gli…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Carbonio alle frontiere, slitta termine dichiarazione

Ci sono 30 giorni in più per presentare la dichiarazione delle merci importate soggette al meccanismo di adeguamento del carbonio…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riparazione prodotti e riduzione rifiuti: c'è l'accordo Ue

Parlamento europeo e Consiglio Ue hanno raggiunto, in base a quanto comunicano le istituzioni il 2 febbraio 2024, un accordo…

Leggi adesso arrow_right