News

Ecodesign e etichetta energetica, normativa da migliorare

di Redazione Normativa Reteambiente

Data 31/01/2020
Tipo Aggiornamento normativo

La relazione speciale 1/2020 della Corte dei Conti europea (“L’azione dell’Ue per la progettazione ecocompatibile e l’etichettatura energetica: significativi ritardi e inadempienze hanno ridotto l’importante contributo a una maggiore efficienza energetica”) ha messo in evidenza l’importanza ed efficacia della normativa europea in materia di ecodesign (direttiva madre 2009/125/Ce e regolamenti ad hoc per singole categorie di prodotti) e di etichettatura del consumo energetico dei prodotti (direttiva 2010/30/Ue e ora regolamento 2017/1369/Ue nonché regolamenti ad hoc per i vari prodotti).

Se da un lato la normativa Ue ha contribuito e contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica (20% entro il 2020 e 32,5% entro il 2030 rispetto ai livelli indicati nelle proiezioni del 2007), dall’altro alcuni ritardi nell’emanazione dei regolamenti per i vari prodotti potevano essere evitati. I requisiti di progettazione dei prodotti non hanno riflettuto i progressi tecnologici e le etichette energetiche non hanno aiutato i consumatori a differenziare i prodotti in tutte le circostanze. Inoltre l’efficacia degli interventi ha risentito negativamente di ritardi significativi e di inadempienze da parte di fabbricanti e dettaglianti. La Corte Ue ha chiesto alla Commissione europea di migliorare le proprie politiche risolvendo le criticità.


RIFERIMENTI:
Relazione Corte dei Conti Ue 15 gennaio 2020, n. 1/2020
L’azione dell’Ue per la progettazione ecocompatibile e l’etichettatura energetica: significativi ritardi e inadempienze hanno ridotto l’importante contributo a una maggiore efficienza energetica
Etichettatura consumo energetico e progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia: quadro Ue e norme nazionali
Regolamento Parlamento europeo e Consiglio Ue 2017/1369/Ue
Istituzione di un quadro per l’etichettatura energetica dei prodotti connessi all’energia – Abrogazione della direttiva 2010/30/Ue
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2009/125/Ce
Specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Acque reflue urbane, intesa Ue su revisone disciplina

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta di direttiva che estende gli…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Carbonio alle frontiere, slitta termine dichiarazione

Ci sono 30 giorni in più per presentare la dichiarazione delle merci importate soggette al meccanismo di adeguamento del carbonio…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riparazione prodotti e riduzione rifiuti: c'è l'accordo Ue

Parlamento europeo e Consiglio Ue hanno raggiunto, in base a quanto comunicano le istituzioni il 2 febbraio 2024, un accordo…

Leggi adesso arrow_right