News

Agg. Norm. 1 Agosto 2019

di Redazione Rete Ambiente

Data 27/09/2019

Secondo i dati Eurostat si è assistito ad un rallentamento che ha allontanato dagli obiettivi Ue di efficienza energetica da raggiungere per il 2020. È invece cresciuta la consapevolezza con cui i cittadini europei utilizzano  nel privato l’energia, che ha portato a una diminuzione delle emissioni di gas serra per unità di energia consumata.

In materia di produzione di rifiuti i dati hanno rilevato un aumento nei Paesi europei, nonostante l’incremento di materiale riciclato e riutilizzato. Un risultato positivo è stato riscontrato, invece, nella diminuzione della quantità di sostanze chimiche pericolose immesse nell’ambiente rispetto agli anni precedenti. Lo studio ha infatti rilevato una diminuzione di concentrazioni di sostanze inquinanti nei fiumi (fosfato e ossigeno biochimico domanda) e nelle acque sotterranee (nitrati).

Per maggiori informazioni:

Sustainable development in the European Union — Monitoring report on progress towards the SDGs in an EU context — 2019 edition

Ti potrebbero interessare
circularity e aworld
Circularity e AWorld insieme per promuovere azioni concrete per la sostenibilità

Come Società Benefit, Circularity e AWorld uniscono le forze per promuovere la sostenibilità e supportare le imprese e i loro…

Leggi adesso arrow_right
La crescita verde

La crescita economica è spesso accusata di essere la causa principale delle crisi ambientali e sociali. Ma è davvero così?

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
End of Waste, c'è la firma del Ministro

Il Ministro dell'ambiente ha firmato lo schema di regolamento sulla cessazione della qualifica di rifiuto (End of waste) dei rifiuti…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Tecnologie a emissioni zero, parte la promozione Ue

Promuovere la produzione di tecnologie poco impattanti arrivando alla produzione interna nell'Ue del 40% è lo scopo del regolamento 2024/1735/Ue…

Leggi adesso arrow_right