News

Elettrosmog, “veto” comunale su radiocomunicazione è illegittimo

Data 02/11/2022
Tipo Aggiornamento normativo
rivista rifiuti

I Comuni non possono prescrivere “limiti” alla localizzazione degli impianti di radiocomunicazione che rendano di fatto impossibile una copertura soddisfacente dei servizi di comunicazioni.

A ricordare il principio è il Consiglio di Stato nella sentenza 8744/2022 che respinge, in riforma di una sentenza del Tar della Puglia, il ricorso contro il via libera alla realizzazione di un impianto di radiotelecomunicazione per la telefonia cellulare.

A tal fine il CdS ricorda come, da un lato, ai sensi del Dlgs 259/2003 (“Codice delle comunicazioni elettroniche”), le opere di fornitura di reti e servizi di comunicazione elettronica costituiscano opere di preminente interesse generale e vengono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria; dall’altro, ai sensi della legge 36/2001 sull’elettrosmog, la competenza dei Comuni ad adottare appositi regolamenti per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti.

Tale disciplina, conclude la sentenza in scia a “prevalente giurisprudenza“, consente a Regioni e Comuni di stabilire i criteri per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile, “individuando cioè le aree del territorio dove meglio è possibile contemperare gli interessi di salute, paesaggio, ambiente e diritti di comunicazione“, ma non le autorizza a introdurre limitazioni alla localizzazione “consistenti in criteri distanziali generici ed eterogenei.

DOCUMENTI DI RIFERIMENTO

Sentenza Consiglio di Stato 13 ottobre 2022, n. 8744

Impianti di telefoni – Fornitura di reti e servizi di comunicazione elettronica – Opere di preminente interesse regionale – Articolo 3, Dlgs 259/2003 – Sussistenza – Infrastrutture – Assimilazione alle opere di urbanizzazione primaria – Articolo 86, Dlgs 259 (ora articolo 43, Dlgs 152/2006) – Sussistenza – Elettrosmog – Potere comunale di regolare il corretto insediamento degli impianti – Articolo 8, legge 36/2001 – Sussistenza – Facoltà di introdurre limitazioni consistenti in criteri distanziali generici ed eterogenei – Insussistenza – Autorizzazione – Articolo 87, Dlgs 259/2003 (ora articolo 44) – Disapplicazione di una previsione contenuta nel Piano regolatore generale – Legittimità – Sussistenza

Dlgs 1 agosto 2003, n. 259

Codice delle comunicazioni elettroniche – Stralcio

Legge 22 febbraio 2001, n. 36

Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

Sentenza Corte Costituzionale 7 novembre 2003, n. 331

Elettrosmog – Legge quadro 36/2001 – Competenze locali – Criteri per la determinazione dei limiti di inquinamento – Legge Regione Lombardia 4/2002, di modifica della legge 11/2001 – Criterio della distanza – Questione di legittimità costituzionale – Fondatezza

Elettrosmog, competenze Stato/Enti locali tra legge 36/2001 e Codice comunicazioni elettroniche

Check-point attuazione legge 36/2001 (legge-quadro sull’inquinamento elettromagnetico)

DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo.

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riciclo plastica, novità in arrivo nel Ddl Bilancio 2023

Secondo quanto previsto dallo schema di Ddl di Bilancio 2023 al vaglio delle competenti Istituzioni, sono in arrivo incentivi per…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Qualità dell'aria, lontani dagli obiettivi 2030

Anche gli ecosistemi subiscono i danni da inquinamento, con livelli dannosi di azoto rilevati nel 75% degli ambienti Ue, dati…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Schema di regolamento Ue, tutti gli imballaggi riciclabili entro 2030

Un aggiornamento della normativa Ue sugli imballaggi nel segno del riciclo di qualità entro il 2030 è quello oggetto della…

Leggi adesso arrow_right