News

Incentivi rinnovabili, olio vegetale esausto non è sottoprodotto

di Francesco Petrucci, ReteAmbiente

Data 04/03/2021
Tipo Aggiornamento normativo

Incentivi rinnovabili: così il Tar Lazio che nella sentenza 15 febbraio 2021, n. 1806 ha confermato il diniego da parte del Gestore dei servizi energetici (Gse) degli incentivi per le fonti rinnovabili di energia ex Dm 6 luglio 2012 per un impianto a fonti rinnovabili ad olio da cucina esausto in quanto la fonte di alimentazione dell’impianto è un bioliquido (che gode di altra tipologia di incentivo a condizioni diverse) e non una biomassa.
I Giudici hanno sottolineato come l’olio di cottura non rientra tra “i sottoprodotti/rifiuti utilizzabili negli impianti a biomasse e biogas” (allegato 1, Tabella 1A, Dm 6 luglio 2012) perché la Tabella non richiama l’olio vegetale esausto. Inoltre l’olio da cucina esausto non rientra tra i “rifiuti da cucina e ristorazione” richiamati dalla citata Tabella 1A del Dm 6 luglio 2012 in quanto detti rifiuti sono solo quelli di origine animale, non vegetale. Infine l’olio di cottura esausto non è nemmeno un “sottoprodotto” ex articolo 184-bis, Dlgs 152/2006 perché da un lato non è certo che sarà “usato nel corso dello stesso o di un successivo processo di produzione o di
utilizzazione, da parte del produttore o di terzi”, trattandosi di sostanza usualmente destinata a smaltimento; dall’altro non può essere “utilizzato direttamente senza alcun ulteriore trattamento diverso dalla normale pratica industriale” in quanto per l’utilizzo quale carburante è necessaria un’ulteriore operazione di filtraggio.


Documenti di riferimento:
Sentenza Tar Lazio 15 febbraio 2021, n. 1806
Energia – Energie rinnovabili – Rifiuti – Impianto di cogenerazione a olio vegetale esausto – Riconoscimento incentivo per impianto a biomassa di tipo “B” ex Dm 6 luglio 2012 – Diniego – Ragioni – Inclusione dell’olio vegetale esausto tra i bioliquidi e non tra i sottoprodotti – Articolo 2, Dlgs 28/2011, allegato 1, Tabella 1A, Dm 6 luglio 2012 – Sussistenza – Olio
vegetale esausto – Rispetto delle caratteristiche di “sottoprodotto” – Articolo 184-bis, Dlgs 152/2006 – Esclusione – Ragioni – Mancanza della certezza dell’utilizzo nel corso dello stesso o di un successivo processo di produzione o di utilizzazione da parte del produttore o di terzi – Mancanza della condizione dell’utilizzo diretto senza alcun ulteriore trattamento diverso dalla normale pratica industriale – Sussistenza

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale – Stralcio – Parte IV – Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Dm Sviluppo economico 6 luglio 2012
Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici – Attuazione articolo 24 del Dlgs 28/2011


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO ©
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
rivista rifiuti
Rifiuti alimentari, Eurostat: 127Kg a testa nel 2020

Durante il primo anno pandemico, il 2020, nell'Unione europea sono stati prodotti 127 kg pro capite di rifiuti alimentari, con lo spreco "domestico", afferma Eurostat,…

Leggi adesso arrow_right
rivista rifiuti
Rifiuti di imballaggio, aumenta la produzione ma anche riciclo

Aumenta in Ue, tra il 2009 e il 2020, il volume totale di rifiuti di imballaggio prodotti per abitante, con carta…

Leggi adesso arrow_right
rivista rifiuti
Elettrosmog, "veto" comunale su radiocomunicazione è illegittimo

I Comuni non possono prescrivere "limiti" alla localizzazione degli impianti di radiocomunicazione che rendano di fatto impossibile una copertura soddisfacente dei servizi…

Leggi adesso arrow_right