News

Made in Italy, fondi per il tessile sostenibile ed economia circolare

di Alessandro Geremei

Data 05/01/2024
Tipo Aggiornamento normativo
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente

Il Parlamento stanzia 15 milioni di euro per l’innovazione nella filiera tessile con attenzione alla certificazione della sostenibilità per quanto concerne il riciclo, il riutilizzo, la biologicità e l’impatto ambientale.

Le modalità di attuazione della misura stabilita dall’articolo 10 (“Valorizzazione della filiera delle fibre tessili naturali e provenienti da processi da riciclo”) della legge 27 dicembre 2023, n. 206 (“Disposizioni organiche per la valorizzazione, la promozione e la tutela del made in Italy”) dovranno essere adottate entro l’11 marzo 2024 con decreto MinImprese.

Altri 15 milioni euro vengono destinati dal successivo articolo 11 alla promozione di investimenti finalizzati alla transizione ecologica e digitale nel settore tessile, della moda e degli accessori. La legge 206/2023, che entra in vigore l’11 gennaio 2024, istituisce anche (articolo 4) un “Fondo nazionale del made in Italy” dotato di un budget di un miliardo di euro e destinato a sostenere le filiere strategiche nazionali, “anche in riferimento alle attività di approvvigionamento, riciclo e riuso di materie prime critiche per l’accelerazione dei processi di transizione energetica e a quelle finalizzate allo sviluppo di modelli di economia circolare”.

In tema di appalti pubblici, si segnala infine l’articolo 16 che prevede l‘adozione di linee guida ministeriali volte a stabilire criteri per la misurazione del livello qualitativo dei prodotti, “compresi gli aspetti relativi alla sostenibilità”, che le stazioni appaltanti dovranno utilizzare in sede di approvvigionamento delle forniture.

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Acque reflue urbane, intesa Ue su revisone disciplina

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta di direttiva che estende gli…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Carbonio alle frontiere, slitta termine dichiarazione

Ci sono 30 giorni in più per presentare la dichiarazione delle merci importate soggette al meccanismo di adeguamento del carbonio…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riparazione prodotti e riduzione rifiuti: c'è l'accordo Ue

Parlamento europeo e Consiglio Ue hanno raggiunto, in base a quanto comunicano le istituzioni il 2 febbraio 2024, un accordo…

Leggi adesso arrow_right