News

Piano energia e clima, via libera definitivo e invio alla Ue

Data 31/01/2020
Tipo Aggiornamento normativo

Il Piano energia e clima nazionale, dopo una consultazione tra gli operatori e la chiusura della procedura di valutazione ambientale strategica (Vas) come previsto dal Dlgs 152/2006 è stato così approvato in via definitiva e inviato alla Commissione europea come previsto dal regolamento 2018/1999/Ue secondo il quale gli Stati membri devono comunicare all’Ue (entro fine 2019) il Piano nazionale decennale su politiche e misure per il raggiungimento degli obiettivi europei al 2030 su decarbonizzazione, efficienza, sicurezza energetica, sviluppo del mercato interno dell’energia, ricerca innovazione e competitività. Il Piano è stato aggiornato con le novità del Dl 111/2019 (“Decreto Clima”) e con quelle della legge di bilancio 2020 n. 160/2019.

Ambiziosi gli obiettivi italiani: per le rinnovabili al 2030 è del 30% (ex direttiva 2018/2001/Ue è del 32%), mentre per l’efficienza energetica un indicativo 43% (ex direttiva 2018/2002/Ue è 32,5%). Per quanto riguarda l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, l’Italia si impegna alla riduzione del 43% rispetto ai livelli 2005 per i settori Emission Trading System, Ets (industrie energetiche, settori industriali energivori e aviazione) e alla riduzione del 30% sempre rispetto ai livelli del 2005 per i settori non Ets (trasporti, residenziale, terziario, industria non ricadente nel settore Ets, agricoltura e rifiuti).


RIFERIMENTI:
Piano nazionale integrato per l’energia e il clima
Testo definitivo diffuso il 21 gennaio 2020 e trasmesso alla Commissione europea
Regolamento Parlamento europeo e Consiglio Ue 2018/1999/Ue Governance dell’Unione dell’energia e dell’azione per il clima affidabile
Legge 27 dicembre 2019, n. 160
Legge di bilancio 2020 – Stralcio – Misure in materia di plastica monouso, bonifiche siti inquinati, energia ed efficientamento energetico, utilizzo agronomico del digestato, territorio, incentivi alle imprese “green”, economia circolare, mobilità sostenibile
Dl 14 ottobre 2019, n. 111
Misure urgenti per rispetto obblighi direttiva 2008/50/Ce su qualità aria (cd. “Decreto Clima”) – Norme in materia di cambiamenti climatici / mobilità sostenibile / riforestazione / infrazioni ambientali Ue / incentivazione prodotti sfusi / proroga tributi zone terremotate
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2018/2002/Ue
Modifiche alla direttiva 2012/27/Ue sull’efficienza energetica
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2018/2001/Ue
Direttiva sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili (rifusione) – Abrogazione direttiva 2009/28/Ce


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
Conai, riduzioni contributi acciaio, alluminio, carta, plastica e vetro

Dal 1° luglio 2022 sono in vigore le nuove riduzioni del Contributo ambientale Conai per gli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, plastica e vetro.

Leggi adesso arrow_right
Pacchetto "Fit for 55", Parlamento Ue respinge proposta

L'8 giugno 2022 il Parlamento europeo ha respinto le proposte dei deputati della Commissione Ambiente sul pacchetto "Fit for 55",…

Leggi adesso arrow_right
Emissioni nei settori non Ets, via libera da Parlamento Ue

L'8 giugno 2022 il Parlamento europeo ha approvato la proposta di regolamento sulle riduzioni annuali vincolanti di emissioni di gas a effetto serra 2021-2030 nei settori…

Leggi adesso arrow_right