News

Rifiuti sanitari: Dl conferma al momento sotto regime urbani

di Francesco Petrucci, ReteAmbiente

Data 09/06/2020
Tipo Aggiornamento normativo

L’articolo 30-bis del Dl 23/2020 introdotto dal Ddl di conversione – in attesa di pubblicazione in Gazzetta ufficiale — estende il regime giuridico dei rifiuti urbani ai rifiuti sanitari nelle strutture sanitarie. L’estensione dura fino a 30 giorni dopo la dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza sanitaria, e riguarda i rifiuti sanitari a solo rischio infettivo assoggettati a procedimento di sterilizzazione effettuato secondo le previsioni del Dpr 254/2003, presso le strutture sanitarie pubbliche e private.

Rivisti gli obiettivi di gestione dei quantitativi di pneumatici fuori uso su base annuale, fissati ai sensi dell’articolo 228, comma 1, del Dlgs 152/2006. L’articolo 29-bis inserito nel Dl 23/2020 dal Ddl di conversione prevede il rispetto dei protocolli aziendali Covid-19 tra li obblighi del datore di lavoro di adottare tutte le misure a protezione dei lavoratori ai sensi dell’articolo 2087, Codice civile. Confermati il credito d’imposta per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (articolo 30) e le modalità semplificate di assolvimento degli obblighi di protezione dei lavoratori da radiazioni ionizzanti ex Dlgs 230/1995 (articolo 39, Dl 23/2020).

Documenti di riferimento:
Dlgs 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale – Stralcio – Parte IV – Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Dpr 15 luglio 2003, n. 254
Regolamento recante disciplina della gestione dei rifiuti sanitari

Dlgs 17 marzo 1995, n. 230
Protezione dalle radiazioni ionizzanti

Dl 8 aprile 2020, n. 23
Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali (“Decreto liquidità”) – Stralcio – “Golden power” nei settori energia e acqua, estensione validità autorizzazioni e certificazioni ambientali, incentivi per l’acquisto di DPI a tutela dei lavoratori

Emergenza Coronavirus, le disposizioni per ambiente e sicurezza



DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Acque reflue urbane, intesa Ue su revisone disciplina

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta di direttiva che estende gli…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Carbonio alle frontiere, slitta termine dichiarazione

Ci sono 30 giorni in più per presentare la dichiarazione delle merci importate soggette al meccanismo di adeguamento del carbonio…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riparazione prodotti e riduzione rifiuti: c'è l'accordo Ue

Parlamento europeo e Consiglio Ue hanno raggiunto, in base a quanto comunicano le istituzioni il 2 febbraio 2024, un accordo…

Leggi adesso arrow_right