News

Toscana, linee guida per sottoprodotti tessili

di Redazione Normativa Reteambiente

Data 31/01/2020
Tipo Aggiornamento normativo

Per i sottoprodotti tessili arrivano le linee guida, adottate con deliberazione della Giunta della Regione Toscana 13 gennaio 2020, n. 12, redatte in collaborazione con Arpat, Arrr (Agenzia regionale recupero risorse) e le associazioni di categoria, mirano a “fornire utili elementi di lettura” per l’applicazione delle procedure di cui al Dm 264/2016, regolamento nazionale recante i criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti.

Rimane ferma, naturalmente, la possibilità per ciascun operatore di individuare ulteriori modalità idonee a provare il soddisfacimento delle condizioni per la qualifica come sottoprodotto, stabilite dall’articolo 184-bis del Dlgs 152/2006. Le istruzioni delle linee guida, dopo un’approfondita analisi della definizione di sottoprodotto stabilita dal “Codice ambientale”, si concentrano sui sottoprodotti della lavorazione tessile (un elenco non esaustivo dei più comuni è previsto in allegato), approfondiscono il ruolo del commerciante di materie prime nell’utilizzo dei sottoprodotti e forniscono alcune istruzioni operative sulle modalità da seguire al fine di riconoscere al residuo la qualifica di sottoprodotto.


RIFERIMENTI:
Dgr Toscana 13 gennaio 2020, n. 12
Prime linee guida per l’applicazione del regime di sottoprodotto nell’industria tessile – Applicazione procedure Dm 264/2016
Dlgs 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale – Stralcio – Parte IV – Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati
Dm Ambiente 13 ottobre 2016, n. 264
Criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica delle biomasse “residuali” come sottoprodotti e non come rifiuti – Articolo 184-bis comma 2, Dlgs 152/2006


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di ReteAmbiente Srl, Milano e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Acque reflue urbane, intesa Ue su revisone disciplina

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta di direttiva che estende gli…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Carbonio alle frontiere, slitta termine dichiarazione

Ci sono 30 giorni in più per presentare la dichiarazione delle merci importate soggette al meccanismo di adeguamento del carbonio…

Leggi adesso arrow_right
Osservatprio Normativa Ambientale - ReteAmbiente
Riparazione prodotti e riduzione rifiuti: c'è l'accordo Ue

Parlamento europeo e Consiglio Ue hanno raggiunto, in base a quanto comunicano le istituzioni il 2 febbraio 2024, un accordo…

Leggi adesso arrow_right