Case history

Azienda di moda e lusso

Obiettivo: Report ambientale

Tessile
azienda di moda e lusso

L’industria della moda e del lusso è uno dei settori che negli ultimi anni ha maggiormente attirato l’attenzione e la preoccupazione di consumatori e istituzioni sensibili e consapevoli nei confronti delle tematiche di sostenibilità. 

La minaccia alla biodiversità per la produzione delle materie prime di origine animale e vegetale, il consumo e l’inquinamento delle risorse idriche dovuto alla fase di produzione e all’impiego di prodotti chimici, l’interruzione del ciclo di vita dei prodotti invenduti attraverso la distruzione, sono punti in elenco di una lista non esaustiva delle problematiche che coinvolgono la filiera del settore moda e lusso. 

Mossa dal proprio senso di responsabilità sociale e ambientale, una famosa azienda di moda e lusso italiana leader nella produzione di lane e cachemire si è quindi rivolta a Circularity per intraprendere un percorso incrementale verso la rendicontazione del suo primo Bilancio di Sostenibilità. 

Dal report Ambientale al Bilancio di Sostenibilità 

Un percorso iniziato nel 2021, che ha mosso i primi passi a partire dalla redazione di un Report Ambientale secondo gli standard GRI, per raccontare tutte le iniziative in essere e le performance della Maison in tema di approvvigionamento di materie prime, benessere animale e biodiversità, consumo di risorse idriche ed energetiche, emissioni di gas serra e gestione rifiuti. 


Una famosa azienda di moda e lusso, leader nella produzione di lane si è rivolta a Circularity per intraprendere un percorso verso la rendicontazione ESG.

RENDICONTAZIONE ESG

All’inizio del 2022 il perimetro di rendicontazione si è ampliato, andando a consolidare la parte ambientale ed estendendosi verso le tematiche sociali e di governance, come la gestione delle risorse umane, welfare e benefit, trasparenza e valore condiviso. Così facendo, la Maison è riuscita a costruire il suo primo Bilancio di Sostenibilità, temporaneamente destinato ad uso interno per il coinvolgimento e l’ingaggio dei propri dipendenti. 

Nelle intenzioni della Maison vi è quella di rendere accessibile il Bilancio di Sostenibilità anche agli stakeholder esterni, così da comunicare il proprio impegno ESG a tutto il mercato, adeguandosi ai trend in atto e appropriandosi di un vantaggio competitivo non più trascurabile nei confronti dei competitors. 

Ti potrebbero interessare