Case history
CGT sostenibilità

CGT – Gruppo Tesya

Obiettivo: Misurare la sostenibilità

Automotive
CGT sostenibilità

CGT è il principale dealer di Caterpillar in Italia da quasi 90 anni, offre servizi integrati ai propri clienti di vendita, noleggio e assistenza nei settori Estrattivo, Grandi Opere, Infrastrutture, Costruzioni, Generazione di Energia, Oil&Gas, Meccanica Navale. 

Grazie al Gruppo Tesya di cui fa parte oggi è una realtà europea, capace di offrire soluzione tailor made ai propri acquirenti. 
“L’attenzione all’ambiente, l’efficienza dei processi, la riduzione del carbon footprint – sottolinea Giorgio Brenna, CEO di CGT spa- sono obiettivi sempre più centrali per le aziende, e sempre più lo saranno nel futuro. CGT si pone come partner di riferimento per accompagnare i clienti verso la transizione digitale ed energetica, per aiutarli ad essere sempre più performanti nella crescita del loro business”.

CGT ha scelto di compiere il primo passo nel percorso di misurazione della sostenibilità interna all’azienda attraverso il Sustainability Assessment. Tale servizio offerto da Circularity ha permesso all’azienda di constatare il suo posizionamento sui temi ESG rispetto agli obiettivi dell’Agenda 2030 e individuare primi spunti di miglioramento da concretizzare. 

MISURARE LA SOSTENIBILITà IN CGT

Il primo passo è stato definire la propria Materialità integrata.
Il team di Circularity, attraverso la somministrazione di un questionario alla prima linea del management, ha richiesto una valutazione circa gli ambiti di intervento prioritari in ambito di sostenibilità e il presidio dell’Azienda su tale tematica.
Su 24 tematiche divise per i 3 pilasti di sostenibilità Enviromental, Social e Governance come risultato tra gli obiettivi maggiormente rilevanti, sia per gli stakeholder interni che gli stakeholder esterni, sono comparse soprattutto temi legati al pilastro ambientale e riconducibili al SDG 13.

Ti potrebbero interessare