News

Il nuovo sistema di gestione per l’economia circolare in azienda

Data 31/08/2020
Tipo News

I sistemi di gestione forniscono il quadro delle politiche e dei processi che permettono alle aziende di raggiungere gli obiettivi e mitigare i rischi in aree specifiche. La certificazione di questi sistemi da parte di un ente terzo garantisce che le aziende siano conformi agli standard riconosciuti a livello internazionale.

Ad oggi, le imprese che desiderano integrare l’economia circolare nel proprio modello di business hanno a disposizione diversi strumenti, nonostante non esistano norme stringenti che regolano il passaggio dal modello lineare a quello circolare.

Uno di questi è lo standard BS 8001/2017 del BSI, (British Standards Institution), il primo standard internazionale relativo all’economia circolare. Una linea guida che indica i diversi passaggi da intraprendere per compiere il percorso di transizione da un’economia lineare ad una circolare. Lo standard supporta le organizzazioni nell’implementazione dei principi dell’economia circolare al fine di generare valore diretto o indiretto sui prodotti, servizi, processi o modelli di business. (Vedi il Grado di Circolarità offerto da Circularity)

Un altro strumento è il nuovo sistema di gestione garantito dalla norma XP X30-901 pubblicata nel 2018 da AFNOR, Association Française de Normalization. Lo standard francese definisce i requisiti di un sistema di gestione dei progetti che contribuiscono allo sviluppo dell’economia circolare, oltre a guidare in modo pratico e fattivo le aziende attraverso lo studio, la realizzazione e la gestione di progetti nei quali sia applicato il modello circolare.
Il termine progetto si riferisce a qualsiasi obiettivo di cambiamento promosso da un’impresa con l’obiettivo di far evolvere la sua attività in parte o nel suo complesso verso un modello di produzione più circolare.

La norma AFNOR XP X30-901 si basa su una matrice che intreccia le 3 dimensioni classiche della sostenibilità (ambiente, economia, società) con i 7 target di sviluppo dell’economia circolare (Approvvigionamenti sostenibili, Progettazione ecocompatibile, Simbiosi industriale, Economia dei servizi, Consumi responsabili, Estensione della vita utile di prodotto, Gestione efficiente dei prodotti e materiali).

A prescindere dalle dimensioni dell’organizzazione, la norma AFNOR costituisce un’utile guida alla gestione delle iniziative intraprese in ottica di economia circolare ed è soprattutto uno strumento certificabile e integrabile ai sistemi di gestione già implementati.
Il sistema di gestione per l’economia circolare è idoneo a costruire una resilienza a lungo termine, generando così opportunità commerciali ed economiche e offrendo vantaggi ambientali e sociali all’organizzazione.

La norma è infatti integrabile con altri sistemi di gestione, come la ISO 14001 all’AFNOR, il che permetterebbe all’azienda di realizzare un Report di Circolarità, ovvero un ottimo strumento che le imprese possono utilizzare per rendicontare le attività intraprese e presentarle a soci e stakeholder. Un Report pubblico le cui informazioni, dati e dichiarazioni possono essere verificate da un ente terzo.

Per saperne di più guarda il Case History della prima azienda italiana certificata AFNOR X30-901.


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di Circularity Srl – Società Benefit e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
i settori coinvolti per raggiungere net zero
Net Zero (2050): un'opportunità di investimento storica 

Net Zero indica l'impegno a ridurre le emissioni al limite del possibile, compensando quelle rimanenti attraverso l'assorbimento.

Leggi adesso arrow_right
green procurement catene di fornitura
Green Procurement: perché è [molto] importante avere filiere di fornitura sostenibili nel 2022?

Green procurement significa costruire catene di fornitura sostenibili. E' necessario coinvolgere i fornitori, richiedere trasparenza e stabilire indicatori.

Leggi adesso arrow_right
piatti e posate di bioplastica
Bioplastiche: che cosa sono, esempi e smaltimento

Le bioplastiche sono ottenute da materiali naturali. Per uno smaltimento corretto sono però necessari appositi impianti di compostaggio.

Leggi adesso arrow_right