News

Silvateam ed estratti vegetali

Data 07/03/2020
Tipo News

Le origini del Gruppo Silvateam risalgono a più di 160 anni fa, quando nel 1854 il dottor Camperi crea il primo stabilimento a Corsaglia di Frabosa, nella provincia di Cuneo, per l’estrazione di tannini dal legno di castagno, albero molto diffuso nella zona.
Nel corso del XX secolo, l’azienda è cresciuta fino a diventare leader mondiale nella produzione e commercializzazione di estratti vegetali e loro derivati, ed è inoltre riconosciuta in campo internazionale come produttrice di chemicals per l’industria conciaria.
Negli ultimi anni, Silvateam ha investito notevoli risorse nell’attività di Ricerca & Sviluppo per trovare nuove applicazioni legate al suo core business, gli estratti vegetali e per esplorare mercati in rapida crescita e diversificare la propria attività.

 class=

Silvateam ricerca e produce estratti vegetali utilizzati per la concia di pelli di qualità superiore, per uso enologico, per l’alimentazione animale e per impieghi nell’industria chimica, tessile, petrolifera e mineraria.
La pelle conciata al vegetale è oggi al centro di un significativo fenomeno di riscoperta, della sempre più convinta preferenza accordata dai consumatori alla ricerca di prodotti capaci di coniugare eccellenti standard qualitativi delle materie prime e dei procedimenti di lavorazione.
I tannini costituenti la fisiologia di molte piante, le proteggono da eventi dannosi fisici e biologici e vantano di importanti proprietà “nutraceutiche”: hanno cioè le caratteristiche di “alimenti-farmaci”, sostanze capaci di produrre effetti benefici sull’organismo se assunti nella dieta per lunghi periodi di tempo. I tannini sono infatti molecole utili per la salute umana, grazie alle loro proprietà antiossidanti, possiedono la capacità di proteggere i tessuti dall’azione dei radicali liberi dovuti ai processi di invecchiamento cellulare.

In un articolo della Stampa Silvateam dichiara che “tutto arriva sempre da vicino, con l’80 per cento del legno che proviene da un raggio di 70 chilometri dallo stabilimento. «Siamo i più grandi consumatori di legno in Italia e contribuiamo così alla manutenzione di tanti boschi e valli che rimangono ordinati e puliti». L’estrazione del tannino? E’ simile alla preparazione del caffè solubile. I tronchi vengono sminuzzati e macerati in acqua calda, così il tannino si libera in maniera spontanea nell’acqua. Il legno esausto? Non si spreca. Diventa, poi, pellet cento per cento naturale e italiano d’altissima qualità (potere calorifero costante e basso contenuto di ceneri), oltre che cippato per centrali a biomassa.”

Nel corso degli ultimi anni, Silvateam è entrata con successo anche nel settore dell’alimentazione animale con la creazione di miscele di estratti vegetali che permettono di reintrodurre quegli elementi naturali che gli allevamenti intensivi hanno eliminato, e di evitare l’utilizzo di prodotti di origine chimica, migliorando la produttività e la salute e il benessere degli animali.
I tannini, di cui Silvateam è leader mondiale nella produzione, servono infatti anche nella concia del cuoio e dei pellami e nell’alimentazione animale: costituiscono un sostituto naturale agli antibiotici.

 class=

Inoltre, proprio secondo i principi dell’economia circolare, nello stabilimento a basso impatto energetico vicino Cosenza, Silvateam estrae la pectina dalle scorze degli agrumi già spremuti e utilizzati per produrre succhi o oli.
La pectina è un addensante naturale per l’industria alimentare e delle bevande e viene ottenuta tramite estrazione acquosa da un materiali vegetali commestibili (di solito agrumi o mele), seguita da una precipitazione selettiva effettuata con alcol e sali. Normalmente la pectina viene usata per per le sue proprietà gelatinizzanti, addensanti e stabilizzanti dall’industria alimentare, cosmetica e farmaceutica, per esempio per la produzione di marmellate, glasse, succhi di frutta, gelatine, caramelle e prodotti lattiero-caseari come yogurt e dessert.
Silvateam utilizza gli scarti degli agrumi utilizzati per produrre i succhi di frutta, e li lavora per ottenere una pectina di qualità.
Inoltre, per chiudere il ciclo dopo la lavorazione, le bucce degli agrumi recuperati vengono poi utilizzate per produrre un mangime impiegato per l’alimentazione delle vacche da latte o da carne, oppure per produrre biogas.

Silvateam è un esempio perfetto di un’azienda che ha integrato i principi dell’economia circolare nel proprio modello di business, e inoltre, nel 2019 è stata l’azienda premiata con il Malta Polyphenols Award for Sustainability and Human Well-being, assegnato per l’attenzione verso la sostenibilità sociale e ambientale, oltre che per la messa in atto di processi produttivi sostenibili.


RIFERIMENTI
https://www.silvateam.it/
https://www.lastampa.it/tuttogreen/2020/02/23/news/una-storia-di-economia-circolare-lunga-quattro-generazioni-1.38501990


DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE ED INDUSTRIALE – LIMITAZIONE D’USO
© Copyright riservato – Riproduzione vietata – La presente News ed i relativi contenuti editoriali veicolati sono oggetto di proprietà intellettuale ed industriale di Circularity Srl – Società Benefit, e come tali protetti. È consentito esclusivamente l’utilizzo personale e privato, dunque non commerciale. Sono vietate la riproduzione, la distribuzione con ogni mezzo (anche telematico), la pubblicazione e la cessione a terzi a qualsiasi titolo. 

Ti potrebbero interessare
i settori coinvolti per raggiungere net zero
Net Zero (2050): un'opportunità di investimento storica 

Net Zero indica l'impegno a ridurre le emissioni al limite del possibile, compensando quelle rimanenti attraverso l'assorbimento.

Leggi adesso arrow_right
green procurement catene di fornitura
Green Procurement: perché è [molto] importante avere filiere di fornitura sostenibili nel 2022?

Green procurement significa costruire catene di fornitura sostenibili. E' necessario coinvolgere i fornitori, richiedere trasparenza e stabilire indicatori.

Leggi adesso arrow_right
piatti e posate di bioplastica
Bioplastiche: che cosa sono, esempi e smaltimento

Le bioplastiche sono ottenute da materiali naturali. Per uno smaltimento corretto sono però necessari appositi impianti di compostaggio.

Leggi adesso arrow_right