News

Verso un’economia circolare

Data 21/02/2023
Tipo News
Verso un'economia circolare

Si è svolta presso la sede del Consorzio per la tutela del Franciacorta la Cerimonia di premiazione con il patrocinio, tra gli altri, del Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica. Numerose le aziende e gli Enti locali che hanno risposto al bando “Verso un’economia circolare”, promosso da Fondazione Cogeme Ets con progetti che generano impatto in un’ottica di economia circolare applicata.
Come di consueto è stata anche l’occasione per affrontare, durante la tavola rotonda iniziale, alcune tematiche legate alla sostenibilità sull’onda del ventennale di Fondazione Cogeme che idealmente chiude l’anno delle celebrazioni. “La filantropia a servizio dello sviluppo sostenibile- I vent’anni di Fondazione Cogeme Ets e l’impegno verso l’economia circolare” ha visto la partecipazione di importanti relatori che hanno discusso circa il ruolo sempre più centrale della filantropia nel raggiungimento degli obiettivi SDGs “Chiudere in maniera significativa l’anno del nostro ventennale necessitava di un contesto importante per la storia e la natura di Fondazione Cogeme. Non a caso abbiamo deciso di farlo all’interno del Premio di Eccellenza, insieme ai tanti partner e sostenitori, oltre che al mondo delle istituzioni. Questo ci inorgoglisce da un lato e dall’altro altro ci investe ulteriormente di responsabilità rispetto agli impegni presi con i territori” – Gabriele Archetti, Presidente Fondazione Cogeme Ets

8 le realtà premiate e menzionate in questa sesta edizione del Premio di Eccellenza nazionale che si è svolta a Erbusco, presso la sede del Consorzio di tutela del Franciacorta, eccellenza bresciana di livello mondiale. Sempre più impattanti i progetti presentati partendo dagli Enti locali che, da nord a sud, lavorano ormai da anni per la riduzione degli sprechi, in tutti i campi, da quello alimentare a quello farmaceutico sino ad arrivare al mondo delle imprese che investono in progetti di riutilizzo di acqua nella produzione di spirulina, oppure ancora negli impianti di compostaggio. Sono solo alcuni esempi che dimostrano l’applicazione concreta dei principi di economia circolare, vero e proprio asset strategico per lo sviluppo delle comunità locali e del mondo dell’impresa.

Tra gli obiettivi del premio promosso da Fondazione Cogeme Ets vi è proprio quello di mettere a sistema, e in qualche modo, certificare la crescita dei progetti in un’ottica di sviluppo sostenibile condiviso sia nella sfera pubblica (quella degli Enti locali) sia in quella privata (mondo dell’impresa e associazioni di categoria). Da ciò si giustifica la sempre più fitta rete di collaborazioni e sostegno al premio: l’Università degli Studi di Brescia, l’Università Cattolica del Sacro CuoreConfapi BresciaConfindustria Brescia Giovani imprenditoriConfagricoltura BresciaConfcooperative Brescia, BTL – Banca del Territorio Lombardo. Altrettanto ricco e variegato il panel dei patrocinatori, in primis Il Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energeticaCogeme Spa e Acque BrescianeRegione Lombardia, sino ad arrivare ad Associazione Comuni Virtuosi e ACB Associazione Comuni Bresciani, quest’ultima entrata nel board delle collaborazioni anche in un’ottica di condivisione del Bando su scala provinciale, in sinergia con Anci Lombardia. Ad ulteriore conferma del valore scientifico del Premio vi è infine la “schiera” degli Enti che hanno contribuito a renderlo riconoscibile a livello nazionale, specificatamente nel mondo della “sostenibilità”: Fondazione Cariplo, Kyoto Club, ASviS – Alleanza per lo Sviluppo sostenibile, ICESP, Alleanza per il clima, Fondazione Futurae, Alleanza per la GenerativitàBorghi autentici, Agende 21 locali italiane.

“Verso un’economia circolare”

Tra le novità di questa edizione vi è stata la collaborazione con Circularity, società benefit e start up innovativa dedicata all’economia circolare, specializzata in expertises, consulenze, tecnologia, formazione, normativa e informazione nel mondo della circolarità e della sostenibilità, rappresentata da Camilla Colucci. Grazie a loro è stato possibile intercettare centinaia di aziende oltre che coinvolgere nella diffusione del Premio anche il quotidiano Online “La svolta” diretto dalla Giornalista Cristina Sivieri Tagliabue, moderatrice della tavola rotonda che ha preceduto la cerimonia di premiazione. Una tradizione questa che caratterizza il Premio sin dalla prima edizione. I protagonisti della sessione intitolata “La filantropia a servizio dello sviluppo sostenibile- I vent’anni di Fondazione Cogeme ETS e l’impegno verso l’economia circolare” sono stati il Presidente di Fondazione Cogeme Gabriele Archetti (anche nelle vesti di Professore Ordinario di Storia medievale all’Università Cattolica del Sacro Cuore), Leonardo Becchetti, Ordinario di Economia Politica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma “Tor Vergata”, collaboratore dell’Avvenire e ispiratore, insieme a Zamagni, della Scuola di economia civile, Luigi di Marco architetto e urbanista da sempre impegnato nella sostenibilità e ora membro nazionale della segreteria ASviS, Carola Carazzone Segretario generale di Assifero, l’associazione italiana che raccoglie le più importanti realtà filantropiche e che, nel solco tracciato a livello nazionale dalle reti di fondazioni ed enti filantropici di secondo livello di Regno Unito, Francia e Spagna, a settembre 2021 ha lanciato pubblicamente la Dichiarazione d’impegno delle fondazioni e degli enti filantropici italiani per il clima. Ad impreziosire la tavola rotonda infine, la presenza di Claudia Sorlini, Vice Presidente di Fondazione Cariplo e Professore emerito di Microbiologia Agraria dell’Università degli Studi di Milano, di recente insignita del “Premio Brescia per la ricerca scientifica 2023” destinato a personalità bresciane di nascita o di adozione che si sono distinte nell’ambito della ricerca scientifica, in particolar modo per le sue ricerche applicate ai temi dell’agricoltura sostenibile, anche in paesi in via di sviluppo. Proprio alla Sorlini, a chiusura della tavola rotonda, è stata dedicata una targa di riconoscimento da parte del Comune di Urago d’Oglio consegnatale direttamente dal Sindaco Gianluigi Brugali. Una sorta di fuori programma che è stato preceduto dalla presentazione della Tesi di dottorato di ricerca, attivata presso l’Università degli studi di Bergamo, da parte del Segretario generale di Fondazione Cogeme Ets Michele Scalvenzi, con l’obiettivo di coniugare la mission filantropica della Fondazione alle competenze comunicative utili al Gruppo Cogeme, e nello specifico al gestore del Servizio idrico integrato Acque Bresciane, negli anni diventato partner strategico per molte attività della Fondazione stessa.

La cerimonia del premio è stata introdotta e coordinata da Carlo Piantoni, responsabile operativo dei progetti di Fondazione Cogeme Ets in tema di economia circolare.

Ecco di seguito le realtà premiate che, tra il 2021-2022, hanno intrapreso azioni finalizzate al riciclo/riuso, alla riduzione di rifiuti e all’uso efficiente dei materiali di scarto massimizzando quindi l’impiego dei prodotti a fine vita.

Il premio è suddiviso nelle seguenti categorie:

Enti locali:

– categoria 1: comuni fino a 30.000 abitanti
– categoria 2: comuni oltre 30.000 abitanti

Mondo dell’impresa:

– categoria 1: fatturato fino a 30 milioni
– categoria 2: fatturato oltre i 30 milioni

VINCITORI

VINCITORE SEZIONE ENTI LOCALI – CAT.1 COMUNI FINO A 30.000 ABITANTI

PREMIA: Gabriele Archetti, Presidente Fondazione Cogeme Ets

COMUNE DI MONTEPULCIANO – ritira la targa Dott. Emiliano Migliorucci, Assessore all’Ambiente Comune di Montepulciano

Progetto: #PORTAMICONTE

In linea con il “goal” numero 2 “sconfiggere la fame” dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030, il Comune di Montepulciano, in sinergia con il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano ha promosso attivamente dal 2022 una serie di pratiche volte alla lotta contro lo spreco di cibo e di vino consegnando agli esercenti confezioni realizzate con carta riciclata e a sua volta riciclabile da destinare ad ospiti e cittadini del comune stesso. Un progetto che dimostra la forte attenzione ad uno dei settori chiave per il territorio di Montepulciano. Esso ha avuto e sta registrando importanti ricadute nel settore turistico, uno dei settori trainanti per quel territorio.

  • VINCITORE SEZIONE ENTI LOCALI – CAT.2 COMUNI OLTRE 30.000 ABITANTI

PREMIA: Paolo Saurgnani, Direttore Generale Acque Bresciane

COMUNE DI GALATINA – ritira la targa Sindaco Dott. Fabio Vergine e Assessore alle politiche sociali Dott.ssa Camilla Palombini

Progetto: SPRECO MENO 2

Il progetto ha l’obiettivo di stimolare un percorso di cambiamento che indirizza le Comunità dell’Ambito Sociale Territoriale di Galatina dando una nuova prospettiva alle politiche di produzione, raccolta, trasformazione, distribuzione, acquisto, consumo e smaltimento del cibo, ma anche per il settore farmaceutico. Sono state innestate sul territorio una serie di iniziative che vanno dalla campagna di comunicazione e linea grafica congiunta, passando per la realizzazione di corsi di formazione, fino alla progettazione di hub&spoke dedicati alla raccolta, stoccaggio e redistribuzione dei beni sottratti allo spreco e recuperati dalle eccedenze.

  • VINCITORE SEZIONE MONDO DELL’IMPRESA – CAT.1 FATTURATO FINO A 30 MILIONI

PREMIA: Matteo De Maio, Direttore BTL – Banca del Territorio Lombardo

PROGEVA SRL – ritira la targa Dott.ssa Maria Grazia Palmisano, Responsabile Comunicazione & Marketing

COLLEGAMENTO A DISTANZA

Progetto: IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO COME ESEMPIO CONCRETO DI ECONOMIA CIRCOLARE

Progeva è un’impresa che si occupa di recupero e trattamento di rifiuti organici e sottoprodotti di origine animale e vegetale mediante attività di compostaggio industriale. L’impianto di compostaggio Progeva rappresenta una delle più importanti realtà del Mezzogiorno, un insediamento strategico di preminente interesse nazionale che svolge un’attività di pubblica utilità e contestualmente rivolgendosi a tutte le amministrazioni comunali, alle aziende, pubbliche e private e a tutti gli stakeholders della filiera del rifiuto organico, puntando ad “educare alla sostenibilità” quante più possibili frange della popolazione.  

PREMIA: Camilla Colucci, Co-Founder & CEO Circularity

ANDRIANI SPA SOCIETÀ BENEFIT B CORP – ritira la targa Raffaele Settanni, Presidente ApuliaKundi Srl azienda che con Andriani ha realizzato il progetto

Progetto: CIRCULAR EVOLUTION FOR THE NEW FUTURE – SPIRULINA DA CIBO DEGLI DEI A CIBO DEL FUTURO

Nel 2021 Andriani SpA in partnership con ApuliaKundi Srl, realtà da sempre impegnate nella sfida relativa alla sostenibilità ambientale, hanno avviato in cooperazione un progetto di economia circolare per rispondere in modo congiunto a tale sfida attraverso la proposta di un modello di sviluppo sostenibile. Le due aziende hanno realizzato il più grande impianto coperto in Europa di produzione di spirulina in economia circolare utilizzando acqua proveniente dal processo di produzione di Andriani SpA. La spirulina prodotta viene venduta pura o come ingrediente nei prodotti funzionali da ApuliaKundi Srl. L’algacoltura può rappresentare una risposta sostenibile alle esigenze nutrizionali e di sostenibilità del pianeta.

MENZIONI

Sono state poi assegnate poi quattro menzioni. Ognuna con un focus specifico:

– Premio Confcooperative Brescia, dedicato al Mondo della cooperazione e del Terzo Settore

– Premio Confagricoltura Brescia, dedicato al Mondo dell’agricoltura

– Premio Confapi Brescia, dedicato al Mondo delle PMI

– Premio Confindustria Brescia Giovani Imprenditori, dedicato all’Imprenditoria giovanile

  • PREMIO CONFCOOPERATIVE BRESCIA, DEDICATO AL MONDO DELLA COOPERAZIONE E DEL TERZO SETTORE

PREMIA: Michele Pasinetti, Vice Presidente Confcooperative Brescia

COFFEEFROM SRL – START UP INNOVATIVA A VOCAZIONE SOCIALE PROGETTO DE IL GIARDINONE COOPERATIVA SOCIALE – ritira l’attestato Dott.ssa Laura Gallo, Founder e Marta Ferraris Fusarini

Progetto: COFFEEFROM

Coffeefrom è il secondo progetto di economia circolare de Il Giardinone Cooperativa Sociale, start up innovativa a vocazione sociale che trasforma i fondi di caffè – normalmente smaltiti in discarica – dell’industria alimentare italiana in nuovi materiali e prodotti di design. Per farlo hanno costruito una filiera made in Italy riunita in un modello virtuoso di simbiosi industriale. Il progetto si basa inoltre su solidi principi di impatto sociale, in quanto le fasi di stoccaggio e logistica vengono gestite dalla cooperativa, che impiega soggetti fragili nelle attività quotidiane, mentre tutti i materiali grafici vengono forniti da un’impresa sociale del territorio.

  • PREMIO CONFAGRICOLTURA BRESCIA, DEDICATO AL MONDO DELL’AGRICOLTURA

PREMIA: GIOVANNI GARBELLI, Presidente Confagricoltura Brescia

AGRICOLA LENTI – RETE AGRICOLA CAURO – ritira l’attestato Alberto Statti, Presidente AGRICOLA LENTI e Presidente del comitato di gestione della RETE AGRICOLA CAURO

Progetto: L’ECONOMIA CIRCOLARE DELLA RETE

Pur richiamando alcuni elementi “Green” sui quali esistono già da tempo esperienze consolidate, il contenuto innovativo del progetto presentato risiede nella realizzazione di un sistema di rete chiaro e codificato nel quale ogni attore è parte attiva del progetto e dallo stesso trae benefici in termini economici, di occupazione, di servizi e di crescita costante garantita dallo sviluppo di progetti di investimento comuni a tutta la rete. L’innovatività non risiede, quindi, esclusivamente nella efficiente gestione delle risorse naturali e di quelle comuni (suolo, acqua, forza lavoro, etc.) bensì nella costruzione di una comunità in seno alla quale l’elemento aggregante non è la mera opportunità economica quanto piuttosto la capacità di saper vivere bene.

  • PREMIO CONFAPI BRESCIA, DEDICATO AL MONDO DELLE PMI

PREMIA: Enea Filippini, Direttore Apiservizi

NAZENA SRL – ritira l’attestato Dott.ssa Melissa Da teffè press agent Nazena

Progetto: DA SCARTI TESSILI A PRODOTTI CIRCOLARI

Il progetto di Nazena, nonché il suo core business, consiste nel trasformare gli scarti tessili post-industriali e post-consumo in nuovi prodotti circolari. Grazie a un processo brevettato riescono infatti a recuperare fino al 100% delle fibre dei tessuti di scarto e, lavorandole con sostanze naturali, a ottenere un materiale flessibile, resistente e a sua volta brevettato che permette di dare vita a diverse tipologie di prodotto. Principalmente si realizzano imballaggi, arredi per interni, articoli di design e pannelli acustici, ma questa produzione è in continua evoluzione.

  • PREMIO CONFINDUSTRIA BRESCIA GIOVANI IMPRENDITORI, DEDICATO ALL’IMPRENDITORIA GIOVANILE

PREMIA: Giovanni Pedrini, Consigliere Confindustria Brescia Giovani Imprenditori

AROUNDRS SRL SOCIETÀ BENEFIT – ritira l’attestato Dott. Daniele Cagnazzo

Progetto: AROUND

Around è il primo servizio sostenibile di packaging riutilizzabile attivo in Italia, digitale e senza deposito, che fornisce ai locali e ai consumatori contenitori di alta qualità per pasti da asporto e delivery. La missione di Around è quella di offrire il miglior servizio di packaging riutilizzabile, per ridurre l’impatto ambientale degli imballaggi monouso e la visione è quella di costruire un ecosistema del riutilizzo che elimini lo spreco in modo innovativo, economico e accessibile a tutti. Alla base del progetto vi è lo sviluppo e l’implementazione di un’applicazione destinata all’utilizzo del servizio. L’applicazione è realizzata utilizzando la tecnologia React Native, che ottimizza costi e tempistiche, a supporto dell’applicazione vi è una dashboard di gestione dati, per il monitoraggio e l’analisi dei flussi di noleggio dei contenitori, nonché per assistenza e supporto remoto ai ristoranti e ai clienti finali. Il modello di business di Around è un modello innovativo che si basa sull’utilizzo di contenitori smart riutilizzabili attraverso l’uso della tecnologia QR Code per dare vita a un nuovo lifestyle sostenibile.

In chiusura lavori, il Presidente di Cogeme SpA Giacomo Fogliata, sottolineando l’importanza di questi momenti di sensibilizzazione pubblica rispetto alle sfide imprescindibili della società odierna, esprime un alcuni ringraziamenti: “è la prima volta che assisto a questa iniziativa lodevole promossa dalla nostra Fondazione. Ad essa riconosciamo un’ autorevolezza e un prestigio che direttamente o indirettamente si riflette sull’immagine di Cogeme Spa che ho l’onore di presiedere da qualche mese. Un ringraziamento sentito va dunque a tutto il Consiglio di Amministrazione, ai collaboratori, a tutto lo staff. Quale occasione migliore dunque per chiudere in bellezza l’anno del ventennale di Fondazione Cogeme Ets che si assomma, splendidamente, ai cinquant’anni dalla nascita di Cogeme spa, creata negli anni ’70 per metanizzare la Franciacorta e ancora oggi punto di riferimento per le Amministrazioni Comunali nell’offerta di servizi di pubblica utilità”.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare
economia circolare
I nuovi standard ISO sull'economia circolare

L'organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO), responsabile a livello mondiale per la definizione di norme tecniche, ha pubblicato i nuovi…

Leggi adesso arrow_right
L'osservatorio del riutilizzo

Negli ultimi anni, in Italia come in altri Paese europei, è cresciuto parecchio l’interesse per l’acquisto di beni di seconda…

Leggi adesso arrow_right
Come sta l'economia circolare in Italia

L’economia circolare italiana primeggia in Europa, ma non sta tenendo il passo con il crescente consumo di materia

Leggi adesso arrow_right